Cantine Brusa Cantine Brusa

Azienda Alimentare

Cantine Italia

Vini Bologna

Mail

Cantine Brusa ti spiega in cosa consiste la "vinoterapia"

Cantine Brusa ti spiega in cosa consiste la "vinoterapia"
La vinoterapia è stata sviluppata nella regione di Graves, vicino a Bordeaux (Francia), dove si trovano alcune tra le più antiche aziende vinicole in Europa.
 
I loro precursori sono stati Mathilde Cathiard e Bertrand Thomas. Questo trattamento si è esteso in tutto il mondo, non solo in Francia ma anche in altri paesi come Spagna, Italia, Argentina e Brasile.
 
Secondo questa terapia, il vino opportunamente miscelato con altre sostanze come il succo di limone, erbe aromatiche, ecc, sarebbe capace di mettere in atto diversi effetti benefici sulla nostra salute come ad esempio, arrestare la caduta dei capelli. Sulla pelle inoltre, avrebbe un'azione antibatterica, calmante, emolliente e antirughe.
 
Difatti, fin dall'antichità si è pensato che il vino e l'uva potessero avere tante proprietà terapeutiche.
 
Secondo i fautori di questa disciplina, a partire dalla fermentazione dell'uva si creano gli ingredienti idonei alla produzione di questi effetti benefici quali le Fitoalessine come il resveratrolo, i Bioflavonoidi come le proanthocyanidine, i Polifenoli come la quercetina e i tannini e gli Acidi organici come l'acido tartarico.
 
Le fitoalessine, la cui parola definisce l'azione (deriva da phyton = pianta e alexein = difendere) sono quelle sostanze che nella pianta funzionano come protettori antiossidanti.
 
Il resveratrolo contenuto nella Vitis vinifera è un concentrato della buccia della qualità di uve rosse e la sua concentrazione nel vino dipenderà dal tempo di immersione della buccia d'uva durante il processo di fermentazione. È nel vino rosso dove troviamo la fonte più concentrata di resveratrolo perché il tempo più prolungato di fermentazione qualifica la ricchezza del prezioso principio attivo, a differenza del vino bianco le cui bucce vengono asportate prima.
 
Il vino contiene antiossidanti e questi hanno la proprietà di neutralizzare i radicali liberi che sono i principali responsabili dell'ossidazione delle cellule della pelle facendola invecchiare.
In questo processo compaiono più rughe, macchie e la pelle perde la sua consistenza.
 
I fautori della vinoterapia affermano che questa cura, oltre a ringiovanire la pelle, è capace di migliorare il tono e l'idratazione di essa garantendo in questo modo una maggiore tonicità.
 
I vini più utilizzati nella vinoterapia sono:
 
Lambrusco: ricco di minerali, aiuta la conservazione della pelle;
 
Sauvignon: ha delle proprietà calmanti, viene utilizzato abitualmente per i massaggi;
 
Chianti: ha delle speciali proprietà rilassanti;
 
Cabernet o Merlot: aiutano ad eliminare le cellule morte della pelle.

Pubblicato in Blog

Tags: cantine brusa,, resveratrolo,, antiossidante,, mondo del vino,, Italia,, fermentazione,, francia,, vitis vinifera,, effetti del vino rosso,, polifenoli,, benefici per la nostra pelle,, vino bianco,, cura del vino,, vinoterapia,, proprietà benefiche del vino,, argentina,, brasile,, fitoalessine,, bioflavonoidi,, acido tartarico,

x

Promozioni? inserisci la tua email:

Iscriviti alla nostra newsletter

o seguici!